Notizie

Scoprire le sfumature

Ci sono dei giorni dove tocco con le dita la libertà e la gioia che mi hanno portato qua. Questi giorni, rari ma non troppo, sono come le feste nel calendario, non possiamo vivere solo di esse, ma che ne sarebbe di una settimana senza la domenica, del mese senza il ponte?

La libertà, la gioia, l’amore, l’amicizia … sono esperienze talmente delicate che ho bisogno di stare molto attenta alla mia giornata per non lasciarmele sfuggire. Le ritrovo nel sorriso della collega di lavoro, forse stufa della sua vita, ma che trova il tempo di chiedermi come va ed offrire una caramella a chi è in turno con lei.

E la vicina che passa per capire quand’è che possiamo berci un caffè e mangiarci i pasticcini del suo Paese che ci aspettano nascosti nell’armadietto, cosi che i suoi figli non li mangino troppo in fretta! Gioia pura, amicizia tra diversi!

In Fraternità, sono chiamata a vivere ogni momento come un grande regalo, a non lasciare scappare niente perché Dio, il Dio della Vita, mi aspetta là. E scopro che la nostra vita comune, fatta di silenzio e preghiera ma anche del rumore della festa… e del pianto… mi aiuta a spalancare gli occhi e il cuore, mi spoglia di tante maschere, mi fa fragile e dunque bisognosa dell’altro, di Dio “in veste di vicina”, di Dio in offerta totale nel Pane.

E per questo sono grata alla Fraternità, che un giorno, anni fa, aprì le sue porte per accogliermi, e mi accompagna in questa avventura, mi sprona a crescere, mi fa scoprire attraverso le mie sorelle tante sfumature del bello che mi sfuggivano. E mi rende libera perché povera, dipendente e alla scuola dei piccoli. E questo è tanto bello! E questo … ha il sapore di Dio, di un Dio che si fa Fratello, che si fa Pane, che si fa Soffio…

Ps Carmela